Hai una postura corretta? Scoprilo subito

Tutti noi conosciamo la postura che dovremmo assumere.

Avete mai visto un bambino giocare o correre con una postura non corretta? Improbabile.

Solo una volta cresciuti abbiamo lasciato che la nostra colonna assumesse la tanto famigerata forma a “C” che spesso vediamo in ufficio.

uomo che lavora con postura corretta

 

Scopri tutte le ricerche e i consigli su come mettere al primo posto la tua postura, scarica la nostra guida!

.

 

Per fare in modo che la colonna vertebrale assume una posizione neutra, è sufficiente seguire pochi accorgimenti.
Li abbiamo riassunti nei 4 step seguenti, che ti permetteranno di ottenere una postura corretta:

  • Sposta il capo leggermente all'indietro (come se avessimo un filo che tira la testa verso l’altro)
  • Porta la cassa toracica in posizione neutra o leggermente prona verso il basso
  • Attiva i muscoli addominali
  • Ingaggia i glutei, in modo da ottenere una retroversione del bacino

Può sembrare scomodo dover attivare glutei ed addominali, ma se non lo facciamo il nostro corpo è costretto ad utilizzare i tessuti molli, i dischi vertebrali ed i legamenti, che è una soluzione sub-ottimale.

Potrà sembrare diverso da quello che abbiamo sentito fino ad ora ma, in una postura corretta, i muscoli e il corpo non devono essere completamente rilassati

Per il bene della nostra colonna, l’unico momento in cui dovremmo rilassarci completamente è quando ci stendiamo sul letto per il riposo notturno.

 Come trovare la postura corretta.

La maggior parte delle persone conosce l’importanza di una postura corretta, ma se chiediamo loro gli step con cui ottenerla, probabilmente non sarebbero in grado di spiegarli.

Persino alcune persone che praticano yoga o pilates in grado di stabilizzare correttamente la loro colonna vertebrale, sono difficilmente in grado di spiegare nel dettaglio le varie fasi per ottenere questa postura.

donna che fa yoga su materassino per postura corretta

 

Più di 60 pagine per migliorare la tua postura!
.

 

Entriamo quindi nel dettaglio di ogni singolo step per una postura solida, stabile e corretta.

1. Attivazione dei glutei

Posizionandosi in piedi ed attivando i glutei circa a ¾ della nostra contrazione di picco, riusciremo ad ottenere una corretta retroversione del bacino.

Ginocchia e piedi punteranno automaticamente verso l’esterno grazie ad una leggera rotazione ed in questo modo la base del nostro corpo diventerà ancora più stabile.

 

2. Respiarazione diaframmatica

Con i glutei attivati, mettiamo una mano sulla pancia e una sul petto (solo per i primi respiri).

Inspirate con il naso, gonfiando solo la pancia e lasciando fermo il torace. Poi espirate con la bocca aperta, sgonfiando la pancia.

 L'utilizzo delle mani serve per farvi prendere coscienza del movimento e comprendere se state lavorando con la pancia (diaframma) o se state facendo intervenire le coste durante la respirazione.

 L'aria deve uscire dalla bocca in maniera naturale, come se fosse un sospiro di sollievo.

Effettuando questo tipo di respirazione, attiveremo il nostro addome quanto basta per rendere il tronco solido e raggiungere la stabilità di cui abbiamo bisogno per sostenere il peso del capo e della cassa toracica.

Imparando a modificare il nostro respiro inoltre, possiamo anche modificare il nostro stato emotivo e diminuire (o anche eliminare) il livello di stress e tensione in cui ci troviamo.

 

3. Stabilizzazione scapolare

Le scapole sono mobili a livello articolare, ma spesso la loro muscolatura è indebolita e compromessa dalle eccessive ore che passiamo seduti, con il capo chino su pc e/o smartphone.

Avvicinando le scapole e ruotando le spalle verso l’esterno, utilizzando i muscoli della schiena, si eviterà che l’omero ruoti, limitando l’estensione completa del braccio e ottenendo una corretta stabilità della colonna. 

 E’ importante prestare sempre attenzione alla gabbia toracica che non deve incassarsi verso il basso ma deve sempre rimanere dritta.

 

4. Allineamento del capo

Per allineare la testa in una posizione neutrale, sarà sufficiente portarla leggermente indietro, in modo che si posizioni tra le spalle, e sollevare leggermente il mento. Basta pensare di muovere il mento all’insù e automaticamente la testa si muoverà!

 

Questa è solo il primo articolo per aiutare a migliorare la tua postura, rimani aggiornato sul nostro Blog per non perderti i prossimi articoli!

 

Non vuoi aspettare?

Per conoscere tutto sulla postura e i vantaggi del lavorare in piedi, clicca qui!

.